“DIAZ” una vergogna non ancora chiusa

VIoa0wPF8WU0bLGbQgxYEw-temp-upload.exqrqnvk.320x480-75.jpgSono riuscito a recuperare il dvd del film denuncia sui tragici fatti del Genova Social Forum nel 2001,in particolare quello che successe in quella sera di luglio dentro la scuola Diaz. Qualcuno affermerà che si tratta ormai di una cosa vecchia di cui bisognerebbe metterci una pietra sopra.Invece guardando il film,e sapendo che tutti i mandanti,e gli esecutori di quella carneficina sono in giro x l’Italia,o nelle loro comode poltrone del Parlamento,o chiusi in qualche caserma della Polizia attendendo una pensione,io voglio che questi carnefici vengano messi in condizione di non nuocere più.Altri diranno che si tratta di un film,certo che si tratta di un film,appunto x questo la realtà è stata molto peggiore.Nessuno in 11 anni ha voluto fare chiarezza su questa “sospensione temporanea” della democrazia e del diritto. Forse perchè sarebbero andati a toccare persone che rappresentano lo Stato come Berlusconi allora premier,Scaiola ministro degli Interni,Fini vice premier che quel giorno presidiava in una caserma della Polizia dove forse impartiva gli ordini ai vertici delle Forze dell’ordine. Organi di Polizia “deviati” che hanno agito x proprio conto? A questo io non ci credo,perchè se così fosse il fatto sarebbe ancora più grave,perchè oltre ad aver preso delle iniziative personali,hanno totalmente violato il diritto Costituzionale,e per questo debbono pagare profumatamente,con l’allontanamento dal servizio,e la reclusione in carcere.Qualcuno dei vertici è stato condannato,ma grazie alle nostre leggi i reati sono andati tutti in prescrizione,così che questi signori oggi fanno liberamente ancora il loro mestiere e qualcuno è stato pure promosso.Nel 2013 ci saranno nuove elezioni ( ma senbra a prima vista che le elezioni,siano già vecchie) si insedierà un nuovo Parlamento e secondo gli analisti il centrosinistra dovrebbe vincere quelle elezioni (forse),quel centrosinistra che vinse anche nel 2006 e che nel suo programma era inserito la costituzione di una Commissione parlamentare x far luce su quei fatti,fumo negli occhi,tutto naufragò grazie ai veti dei vari Mastella,Di Pietro e di una parte del partito degli allora DS (oggi PD) che si erano schierati contro le iniziative del Genova Social Forum 2001.Poi la storia recente ci dice che la “casta ” fa quadrato,dunque quando si parla di far chiarezza sull’operato dei colleghi parlamentari,tutto viene insabbiato. Certo sono passati 11 anni,ma io mi indigno,questi “criminali” che compirono questo atto devastante x la democrazia italiana circolano tra di noi,sono potenzialmente degli assassini,che fanno la loro vita normale tra di noi,sono oltre ai parlamentari sopra menzionati vi sono in circolazione ben 300 poliziotti che parteciparono a quella mattanza.Trovo analogie con il nazismo,che dopo aver compiuto le più efferate mattanze molti si sono nascosti,oppure si sono giustificati dietro al fatto che esendo dei militari dovevano eseguire gli ordini. Compiere quegli atti,non è da esseri umani ma da bestie,colpire ripetutamente persone inermi,indifese in quel barbaro modo,dimostra due cose,ho sei consapevole di quello che fai,allora sei una bestia esaltata che secondole leggi democratiche non potresti fare il poliziotto,o in quei momenti sei sotto gli effetti di droghe,cosa da non escludere perchè ci insegna che molti marines americani quando debbono fare operazioni non ortodosse vengono indotti a fare uso di droghe,c’è una sequenza del film tratta da una testimonianza vera,dove un colonnello della Polizia parlando in una riunione operativa afferma: ” Io ,i miei,non li tengo più”,cosà era che li teneva in così agitazione? O ha mentito il colonnello? Se il colonnello ha mentito,questo deve esere immediatamente arrestato,cosa che non è avvenuta anzi è stato promosso.Erano eccitati? X avere una eccitazione da portarli in quelle estreme azioni solo la droga può fare quell’effetto.Abusare di una ragazza con il mestruo,sono cose viste solo nelle carceri della dittatura argentina,chi erano quegli aguzzini in divisa,dove sono,basterebbe vedere gli ordini di servizio e i presenti in quella stanza qqella sera,si è indagato su questo? Silenzio,omertà, tanto che dei trecento poliziotti che quella sera entrarono nella Diaz,si conoscono le generalità di una trentina di persone,cioè tra di noi si nascondono 270 “bombe ad opologeria”pagate con i soldi del contribuente.Difronte a tutto questo,c’è uno Stato che ha preferito metterci una pietra sopra,cancellando di fatto uno dei più forti attacchi alla Costituzione,ore dove lo Stato di diritto,è stato completamente cancellato,colpendo anche cittadini non italiani. Io mi domando perchè in questo Stato dove più volte ha dovuto indagare su tante stragi rimaste impunite,dove lo Stato  mantiene su alcune cose il “segreto di Stato”,in questo frangente si è sviluppato una sorta di “segreto di  Stato” palese rispetto agli altri,perchè le responsabilità sulla Diaz sono palesi,ma lo Stato si è posto a difesa di questi responsabili? Perchè la politica,almeno quella direttamente interessata (la sinistra) si è resa complice di questi insabbiatori?  Anche il giornalismo,ha messo una pietra sopra questo grave atto,malgrado nella Diaz alcuni giornalisti sono stati pestati a sangue.Ricordo un’altro film ripreso da un fatto reale (non ricordo il titolo) quando due giornalisti statunitensi fecero dimettere il Presidente Nixon x uno scandalo,furono questi giornalisti ad alzare il coperchio,perchè l’Espresso si limita ad inserire il film Diaz nel suo settimanale,x divulgare quello che realmente succese in quella scuola nel luglio 2001,oppure x alzare le vendite? Sta di fatto che ne L’Espresso,ne tantomeno tutti gli altri giornali o settimanali non hanno voluto andare fino in fondo a questa faccenda,sopratutto i giornali così detti “progressisti” perchè si sono fermati,anzi qualcuno adula questi “carnefici”,,dfensori dello Stato dall’attacco dei black-bloc,quei giornalisti pestati cos’erano dei black-bloc? Io vorrei che il prossimo governo abbia il coraggio di ritornare su quei tragici fatti,istituendo una commissione parlamentare che lavori seriamente x ridare verità e giustizia a quei fatti e a quelle persone tremendamente disumanizzate,calpestate della loro dignità di esseri umani da un branco di politici e da vertici,e singoli poliziotti che ripeto,sono in libera circolazione tra di noi,io da cittadino chiedo giustizia,è quello che uno Stato che si definisce “democratico” deve assolvere,altrimenti si identifica in uno Stato di Polizia che con il diritto non ha nulla a che vedere.

PS= Il film conclude con la seguenza che fa vedere un pulman di giovani stranieri,pestati a sangue dalla nostra Polizia nella DIAZ ,che vengono accompagnati fuori dai nostri confini nazionali,espulsi dall’Italia come elementi non graditi.Io non so se questa espulsione è ancora valida,ma se ciò fosse un’altro paradosso italiano spunta,chi venne pestato a sangue con la sola accusa di aver dormito quella sera in quella scuola viene espulso, chi oggi è un potenziale “killer”,vigila sulla nostra”sicurezza” impunito,pagato,promosso dallo Stato.

Forse vi aspettavate qualcosa sulle regionali siciliane,che dire,in Sicilia non cambia nulla,i partiti fanno finta di non vedere lo tsunami che li sta travolgendo,che non è Grillo,ma quel 53% che non è andato a votare,inutile che il PD gioisca,rispetto a 5 anni fà ha dimezzato i voti,questa si chiama miopia.Alla prossima umanita,Fabbro vi saluta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 

“DIAZ” una vergogna non ancora chiusaultima modifica: 2012-11-01T10:33:41+01:00da branik
Reposta per primo quest’articolo